Lady Tabata Va a Scuola

 

 

Il Progetto:
La profonda conoscenza del divertimento notturno maturata da Barbara Meoni, alias Lady Tabata, in anni di esperienza diretta, la convince della necessità di comunicare ai più giovani che un più sano modo di divertirsi è possibile; data la tipologia di messaggio che vuole inviare è ipotizzato per le classi delle Scuole Secondarie Superiori.
Lo start up è previsto nel prossimo anno didattico ( 2017/2018), l’invito di collaborazione è stato rivolto anche al Miur, che ha accolto con favore il progetto e si vorrebbe nell’ arco degli anni renderlo un appuntamento regolare per poter entrare in contatto con il maggior numero possibile di ragazzi: l’obbiettivo pronosticato in questo prima edizione è di almeno 500 studenti siano essi di
Istituti torinesi, ma anche che frequentino scuole presenti in altri Comuni della Città Metropolitana e in altre centri piemontesi.
Gli appuntamenti, gratuiti, presso le scuole (alle quali si chiede di mettere a disposizione l’Aula Magna e se disponibile l’impianto video), saranno di circa 2 ore ai quali saranno presenti: una rappresentante dell’associazione Le Rete di Atena, Lady Tabata e un dj, espressioni più esemplari del mondo della notte; un esponente dell’ ACI e un rappresentante di un’ agenzia di sicurezza, persona che vigila sulle serate, nei locali e sugli eventi per raccontare le situazioni che si trovano ad affrontare e sollecitare i ragazzi, anche dal loro punto di vista, ad un comportamento più avveduto,
Ai ragazzi sarà consegnata copia del fumetto “Enjoy a responsabile night!” nella quale vengono indicati i 6 principali comportamenti errati e irresponsabili dei giovani nelle loro serate con gli amici.
La prospettiva futura è quella di portare il progetto anche in altre regioni, con il possibile coinvolgimento in partnership con Istituti scolastici, associazioni ed Enti delle località interessate.
Motivi del progetto:
 I  dati forniti dall’ Istituto superiore della Sanità e da altre analisi sul tema disegnano una quadro ancora piuttosto allarmante: ( la maggior parte dei decessi per incidenti , omicidi o suicidi  tra i giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni è causata dall’ abuso di alcol, di fumo o di droghe; l’uso di queste sostanze influisce anche su reati di natura violenta, come rapine e abusi sessuali; si riscontra un  aumento, anche,  nel  consumo di alcol da parte dei giovanissimi ( 11- 12 anni) e con modalità nuove, come i consumi fuori pasto e in quantità non moderate, le ubriacature e il binge drinking: (abbuffata alcolica –  ovvero l’assunzione in un’unica occasione e in un ristretto arco di tempo di quantità di alcol molto elevate (6 o più bicchieri), è un comportamento diffuso soprattutto tra i giovani di 18-24 anni e i giovanissimi di 11-17 anni,  che può avere gravi effetti in quanto il loro cervello è ancora in fase di crescita e raggiunge la completa maturazione intorno ai 20 anni. I giovani praticano il binge drinking, soprattutto nei contesti della socializzazione e del divertimento collettivo, spesso bevendo fino all’ubriachezza e all’intossicazione alcolica.
Tra i comportamenti dannosi anche il poliabuso. Nell’ottica dello sballo, l’alcol viene consumato in associazione ad altre sostanze d’abuso quali tabacco, hashish, cocaina
 Tra i giovani con un età compresa tra gli 11 e i 25 anni, i consumi a rischio riguardano circa 1,3 milioni di ragazzi.
Metodo:
Per poterli  “raggiungere” è  necessario parlare un linguaggio coinvolgente e con testimonial che possano essere a loro credibili, non soloni  in cattedra  che dicano loro, con il dito puntato : “ questo non si fa, questo è sbagliato” .
Il metodo  leggero ma accattivante del fumetto e con una testimone d’eccezione come Barbara Delmastro Meoni alias Lady Tabata, che presta la sua immagine e si fa parte attiva per sviluppare nei ragazzi azioni positive e di rispetto verso se stessi e  verso gli altri, sono il modo d’intervento individuato.
Barbara Delmastro Meoni ( Lady Tabata):
Da modella affermata e donna di spettacolo, vanta una carriera di successo e all’ apice della notorietà raggiunta sulle passerelle sviluppa un percorso professionale rivolgendosi al mondo del divertimento notturno sia in veste di “addetta”  sia come artista; il gusto estetico e la passione per la musica ne ha determinato la scelta della “ movida” quale ambito  con cui misurarsi.
Nella sua crescita  personale, da persona  poliedrica e creativa, è una madre attenta  che si mette, anche professionalmente al servizio del sociale, aderendo a iniziative benefiche e attività  che abbiano come interlocutori privilegiati i giovani e tale sua partecipazione l’hanno posta all’ attenzione europea ed è stata premiata ed ancora chiamata a svolgere il ruolo di testimone della campagna di sensibilizzazione verso il  divertimento consapevole anche in seguito dei recenti fatti di cronaca.
Ospite fissa del secondo network radiofonico nazionale, Radio M2O tratta tra i vari argomenti della sua rubrica di rapporti sui social, altro tema molto “ caldo” e vicino alle nuove generazioni, ma non solo a loro.
Obbiettivi:
Informare quanti più giovani possibile, in una fascia di età nella quale escono alla sera autonomamente e possono essere automuniti, sulla possibilità e necessità, onde evitate incidenti anche mortali per loro e per altre persone, verso un atteggiamento maggiormente responsabile del loro divertimento.

 

 

Commenti chiusi